Audiothing Speakers - Recensione e Tutorial

Anche oggi vi voglio presentare un prodotto italiano molto interessante. L'Audiothing Speaker.

E' un plugin simulatore di speaker appunto e microfoni con il sistema a convoluzione. Molto interessante...


Il termine Convoluzione lo sentiamo tantissimo in questo periodo ma in effetti cos'è? Cosa vuol dire? Sentiamo reverbero a convoluzione...OOOhhhhhhh...Bellooooooo...e non sappiamo manco cos'è...ma è bello...

Bene, ho fatto una ricerca, la solita su Wikipedia e non ho capito manco il titolo.

Dunque, è un'operazione matematica. Da quel pochissimo che ho capito traspare che si tratta di una correlazione fra due funzioni. Un integrazione fra due cose... simulare una cosa misurandone il valore...immaginatevi una sorta di campionamento di uno spazio per poi poterlo applicare ad un altro suono... Battere le mani nel Duomo di Milano per misurarne e compionarne il suono, ma non delle mani, dello spazio del duomo per poi applicarlo ad un rullante, una voce, un altro suono. Bene, il cervello mi si fonde...

Comunque al di là del fatto che ho capito poco mi sono fatto un'idea...correlazione fra due cose, interazione, campionare, copiare, imitare...dai qualcosa in più abbiamo capito...

In speakers quindi ci troviamo la possibilità di passare da un vecchio telefono a una radio, da un microfono a nastro a un microfono giocattolo e molto altro.

E ce ne sono molti: 47 speaker tra cabinet, dispositivi particolari, telefoni, radio, giocattoli, ecc...

30 microfoni di ogni genere….

Ci troveremo anche la possibilità di personalizzare completamente il routing del segnale con in più una serie di effetti da mettere in catena.

Abbiamo infatti più di 50 effetti fra distorsori, simulazioni di rumori di sottofondo, ecc...

La prima cosa che penso trovandomi davanti a Speakers è: Utilizzi? Sicuramente creativo senza limiti...ma mi si accende anche un'altra strada, un utilizzo più da tool, un ascolto alternativo, sempre simulato ma la cosa mi interessa molto. Infatti ha un sacco di simulazioni di cassettine, cuffiette, dalle immagini si capisce perfettamente a cosa sono ispirate le simulazioni...

I due box principali hanno dei controlli molto comuni che tutti conosciamo, dal pitch al volume di uscita. L'unico che mi ha lasciato un po’ perplesso è stato il balance, ho scoperto essere quello che più comunemente è il pan. C'è anche la possibilità di invertire la fase.

Il pulsante con la chiave ci apre un EQ con la possibilità di bypassare... tutto molto intuitivo. Con il doppio click sui punti resetto la banda.

Sotto troviamo gli effetti con i vari tipi di distorsioni, dalla robotizzazione alla simulazione del nastro con un paio di parametri per delle piccole modifiche...

Poi un compressore con envelope che è la velocità di attacco e amount che è la quantità della compressione che voglio applicare...

Un filtro, super essenziale ma in questo tipo di effetti è ciò che ci vuole

Per finire, questo interessantissimo effetto che simula i rumori d'ambiente. Dallo scaldabagno, a un hard disk, dalla pioggia alla cattedrale di Notre Dame...

Sulla destra abbiamo la sezione master con la configurazione personalizzabile del percorso del nostro segnale, cliccando qui, basta prendere e spostare e con il tasto Command, come dice la dicitura che appare mettiamo in bypass, cosa che possiamo fare anche direttamente nella pagina principale.

Posso anche bloccare la possibilità di spostare l'input.

Qua sotto invece l'input generale del plugin, il volume del suono dry, il suono originale. Wet, quindi il volume dell'effetto, sotto questo menu ho la possibilità di far diventare tradizionale questo controllo. Ho anche la possibilità di applicare un soft clip che è un algoritmo che genera una particolare distorsione armonica molto leggera..

C'è anche una simpatica funzione di randomizer, schiacciandolo vedremo il plugin configurarsi totalmente a case in ogni suo parametro. Tutto a caso, dalla scelta delle simulazioni agli effetti, il routing, tutto. Potreste sentire di tutto...schifezze e cose interessantissime...funzione che si addice molto ad un plug in di questo genere, devo ammettere...e poi dal caos all'ordine è un attimo...

E' davvero un plugin da provare per l'immensità delle possibilità che ci mette a disposizione. Magari non sarà uno di quegli strumenti che utilizziamo tutti i giorni ma quando serve o vogliamo inventarci qualcosa di particolare è fantastico. Provate solo a far passare i preset e ve ne accorgerete.



17 visualizzazioni